Francesco Benatti

Amministratore Delegato
B Braun Avitum Italy

Francesco Benatti nasce a Mirandola nel 1954 in una famiglia proprietaria di un’azienda agricola/zootecnica sita nelle immediate vicinanze del paese d’origine e che successivamente si estende acquistando un’altra proprietà in Australia.
La passione per l’agricoltura lo accompagna sin dai primi anni, tanto da fargli scegliere di seguire studi in agraria e veterinaria.Alterna l’attività di studente a quella di giovane imprenditore agricolo fino a quando ha dovuto scegliere definitivamente la gestione delle aziende di famiglia per la prematura scomparsa del padre. 
Dirige l’azienda agricola fino al 1984 quando, intuendo un futuro poco roseo per l’agricoltura italiana, sente forte la necessità di rivedere i propri obiettivi ed ad inizio del 1985 decide di investire nel settore biomedicale entrando in società con Gianni Bellini (pioniere del settore sin dal lontano 1964) nella società Diatekno ricoprendo la posizione di Direttore Tecnico. Viene affiancato da uno degli "inventori" del distretto biomedicale, Romano Flandoli, che da subito diventa suo mentore istruendolo su tutti i “segreti” dei prodotti monouso e del biomedicale mirandolese.Diatekno produce articoli monouso per nutrizione artificiale e per emodialisi che la portano ad incontrarsi con BBraun che da subito diventa suo cliente avendo bisogno di assicurarsi un fornitore affidabile per queste tipologie di prodotti.La collaborazione prosegue con crescenti positività sino a quando, a fine 1991, la BBraun decide di creare a Mirandola una joint venture con Diatekno, Miren (azienda mirandolese produttrice di apparecchiature elettromedicali) e Guparo (laboratorio chimico-biologico locale).Nasce quindi la BBraun Carex nella quale Francesco Benatti entra da subito ricoprendo la posizione di Direttore Operations.Negli anni ricopre varie posizioni sino al 2001 quando entra a far parte del Consiglio d’Amministrazione e nominato Amministratore Delegato.
Nel frattempo BBraun Carex continua la sua crescita convincendo, grazie agli ottimi risultati raggiunti, il gruppo BBraun ad acquistarne il 100% delle quote azionarie.Diventata azienda BBraun al 100%, si aumentano le interazioni con il Gruppo portando la ditta a crescere sia per tipologia di prodotti fabbricati che di servizi offerti alla casa madre, ed ad una sempre maggiore integrazione nel Gruppo.Nel 2008 cambia il nome della società che diventa BBraun Avitum Italy,Sotto la sua direzione la ditta ha continuato una entusiasmante crescita, superando anche i grandi problemi territoriali del 2012 che hanno portato alla demolizione del 30% dei fabbricati e la loro immediata ricostruzione, e che nel 2017 la porterà a raggiungere i 70 milioni di euro di fatturato con una quota dell’export del 65%, e superando le 300 unità.
Ma i programmi futuri sono ancora più ambizioni in quanto l’azienda ha in corso importanti progetti di sviluppo ed investimenti in automazione integrata con le più evolute tecniche d’informazione digitale per incrementare la qualità (nel settore health è  fondamentale raggiungere il 100%), i costi ed i tempi, le risorse nel lavoro e tali da ottenere, unica del settore biomedicale di Mirandola, accesso al bando legge 14, portandola ad incrementare la già importante radicalizzazione sul territorio e che le faranno raggiungere i 100 milioni di euro di fatturato nei prossimi 4 anni.

Eventi Correlati
Roadshow
VIAGGIO NELL'INDUSTRIA 4.0

Regole, tecnologie, finanziamenti e territori

Opificio Golinelli - 09.11.2017