Horacio Pagani

Fondatore e Chief Designer
Pagani Automobili

Horacio Pagani è fondatore e Chief Designer di Pagani Automobili.
Figlio di un fornaio di origini piemontesi (il nonno paterno emigrò in Argentina alla fine dell'Ottocento), nasce a Casilda in Argentina nel 1955 e sin da piccolo inizia a costruire modelli di automobili con materiali di fortuna. Intraprende studi di Industrial Design e Ingegneria Meccanica all' Università de La Plata e all'Università di Rosario.
A soli 20 anni debutta nel mondo delle auto da corsa, realizzando una vettura di Formula 2 che gareggia in Argentina con i colori del team ufficiale Renault.
L'incontro con il pilota Juan Manuel Fangio gli cambia la vita e lo aiuta ad avvicinarsi a Modena. Quando nel 1983 arriva in Italia, gestisce la Divisione Composti di Lamborghini, azienda nella quale ha lavorato dal 1984 al 1992 prendendo parte al team di design e collaborando nel 1990 alla definizione del design e dell'ingegneria della carrozzeria della Lamborghini Diablo. Suoi sono anche i progetti Countach Evoluzione e Countach 25° Anniversary.
Il sogno di creare una sua supercar, che lo accompagna fin dalla giovane età, lo porta nel 1980 a lavorare instancabilmente sul "Progetto C8". Inizialmente il nome prescelto per il prototipo è Fangio F1 in onore del cinque volte campione del mondo di Formula 1 Juan Manuel Fangio, ma l'auto, completata e omologata, viene presentata al Salone dell'auto di Ginevra del 1999 col nome di Zonda, un tipico vento delle Ande argentine. 
Da subito riconosciuta come un classico senza tempo, il linguaggio della Zonda diventa iconico e i diversi modelli si aggiudicano importanti riconoscimenti, collezionando al contempo traguardi significativi in termini di sviluppo tecnologico su alcune delle piste più impegnative di sempre, come il Nurburgring Nordschleife.
Nel 2011 viene presentata la Pagani Huayra, il manifesto della filosofia rinascimentale e leonardesca che da sempre affascina Horacio Pagani, e che vede arte e scienza fondersi in un'unica opera, raggiungendo massima espressione nella cura estrema di ogni dettaglio. Creata con materiali compositi di ultima generazione, la Huayra rappresenta lo stato dell'arte dello sviluppo tecnologico di Pagani Automobili e nel 2012 vince i tre più prestigiosi awards del settore come Car Of The Year.
La continua attività di ricerca nell'ambito dei materiali compositi porta Horacio a definire formule sempre nuove, che trovano applicazione nei modelli successivi come Pagani Huayra BC e Huayra Roadster. L'utilizzo sui recenti modelli di tecnologie composite messe a punto durante i primi sviluppi della Zonda, confermano il carattere pionieristico della sua attività.
Nel 2010 viene pubblicata la monografia ufficiale "Pagani, la storia di un sogno", di Roberto Morelli e Hugo Racca, che racconta tutte le tappe del lungo percorso verso la realizzazione di un sogno.